Famiglia calabrese distrutta in incidente stradale sulla A1: Appello per ottenere verità e giustizia

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” rende noto che in data odierna è stata formalmente inviato un appello al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Cassino Dott. Luciano d’Emmanuele e per conoscenza al Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, al Ministro della Giustizia ed a S.E. Mons. Gerardo Antonazzo, Vescovo della Diocesi di Sora Cassino Aquino Pontecorvo.
Nell’appello si chiede di evitare l’archiviazione del procedimento che riguarda Daria Olivo, Pier Emilio e Stanislao Acri (nella foto), la giovane Famiglia di Corigliano Rossano, rimasta vittima di un sinistro stradale complesso il 15 luglio 2018 sostenendo, appunto, che è “doveroso aprire una riflessione circa la necessità di definire, all’interno di un giusto processo, ogni analisi in grado di ricostruire tutto ciò che è accaduto nell’ambito dell’incidente stradale avvenuto”.
Le tre vittime sono decedute sul colpo dopo che la Fiat Punto sulla quale viaggiavano è stata tamponata da un Van, sula corsia sud, nel tratto dell’A1 che attraversa la provincia di Frosinone. Un impatto violento che ha fatto ribaltare più volte l’utilitaria ed ucciso il conducente, la moglie e il loro bambino di sei mesi. Stanislao Acri e Daria Olivo, entrambi di 35 anni, che lavoravano e vivevano a Roma insieme al piccolo Pier Emilio, stavano tornando in Calabria, terra d’origine.
L’appello – si legge – “non è animato da alcun sentimento giustizialista” ma, anzi, chiede di affrontare il caso “dall’analisi dei fatti, alla lettura dei danni fotograficamente rappresentati, alla ricostruzione della dinamica, all’ascolto attento dei testimoni, ecc.”, al fine di ottenere verità e giustizia e, quindi, per “onorare degnamente la memoria di un bambino di neanche 6 mesi, della sua mamma e del suo papà, entrambi di 35 anni”.
I firmatari dell’appello, infine, si dicono certi che l’appello “sarà accolto con buon senso e confidiamo che sul caso sia fatta piena luce in modo che sia garantita a tutti, sia all’accusa che alla difesa, verità e giustizia”. Già, perché a firmare l’appello, non sono stati in pochi.

L’Associazione, infatti, coglie l’occasione di ringraziare quanti hanno deciso di sottoscrivere l’appello: Mons. Luigi Renzo, Vescovo di Mileto – Nicotera – Tropea, Ing. Francesco Mauro, Sindaco di Sellia Marina (CZ), Pasqualino Sebastiano De Rose, Sindaco di Altilia (CS), Agostino Chiarello, Sindaco di Campana (CS), Avv. Antonella Leone, Sindaco di Pedivigliano (CS), Filippo Caruso, Vicesindaco Comune di Paludi, Salatino Luigi, Assessore Comunale di Paludi (CS), Pietro Mingrone, Consigliere Comunale della Città di Corigliano Rossano (CS), , Ambrosano Vincenzo, Consigliere Comunale di Paludi (CS), Giuseppe Leotta, Consigliere Comune di Paludi (CS), Franca Salatino, Consigliere Comunale di Paludi (CS), Giuseppe Tagliaferro, Circoli del PD di Corigliano-Rossano (CS) , Daniela Natoli, Segretaria Circolo Fratelli d’Italia – Bova Marina (RC), Francesco Beraldi, Presidente Federimprese Calabrisa – C.L.A.A.I., Luigi Campana, Segretario Generale UILTEC Calabria, D’Amico Antonio Maria, Presidente FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori), Comitato Provinciale di Cosenza, Luis Fusaro, Presidente della Interable Research Foundation, Ivan Alfieri, Presidente IMED – Istituto Mediterraneo del Design, Nilo Lefosse, Presidente FIDC (Federazione Italiana della Caccia) Sezione di Rossano (CS), Massimo Leuzzi, legale rappresentante ISIM Catanzaro, Corapi Viatliano, Presidente Ordine Farmacisti Catanzaro e componente comitato centrale FOFI, Fabio Pugliese, Presidente dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, Dott. Sante Pirillo, Presidente Associazione Giovani Farmacisti Provincia di Cosenza, Federico Smurra, Presidente della Pro Loco “Rossano La Bizantina”, Marco Soliberto, Presidente Ass. Stella Cometa Onlus di Cosenza, Francesco Caligiuri, Presidente Associazione “Con-Tatto”, Ercolino Ferraina, Presidente Associazione Internazionale Centro Arte Club, Francesco Pirillo, Presidente Associazione dei Viaggiatori “Pendolari 106”, Pia Meringolo Presidente Associazione ATON (Rende, CS), Dott.ssa Paletta Vittoria, Presidente Associazione A.GE, Assunta Spasari, Presidente Associazione di Promozione Sociale MaMa (Badolato, CZ), Bevacqua Giuseppina, Presidente dell’Associazione Imforma, Francesca Lupo, Presidente dell’Associazione Culturale Ruskia di Corigliano-Rossano, Giovanni Fragale, Presidente Associazione ANTEAS ROSSANO, Francesco Polimeni, Presidente Organizzazione Volontariato “INSIEME” – ROSSANO, Antonio Trento, Presidente Associazione Capodanno in Paradiso.- Cariati ( Cs), Francesco Filareto, Sindaco emerito di Rossano, Presidente Centro Studi “Calibytense Nostrum” e “Il Cenacolo degli Artisti”.