Evento internazionale “Borghi di Calabria” il 12 febbraio a Bruxelles

Lamezia Terme – I Borghi storici costituiscono per la Calabria un capitale da trasformare in vantaggio competitivo attraverso investimenti orientati a qualificare i contesti urbani anche ai fini di un’offerta turistica di qualità e a supportare la creazione di nuove attività economiche e culturali orientate a sviluppare nuovi prodotti turistici rivitalizzando i territori.
La Regione Calabria, in linea con la strategia nazionale sulla valorizzazione dei borghi promossa dal MIBACT nel 2017, ha avviato una serie di azioni indirizzate alla riqualifica, conoscenza e valorizzazione di quello che è stato considerato il più grande patrimonio che questa terra possiede, caratterizzati dall’autenticità e unicità, tradizione e genuinità, sono diventati “luoghi” di sperimentazione di nuove forme di ospitalità diffusa, destinati a un target di qualità, lontano dagli schemi del turismo di massa e più prossimo al cosiddetto “turismo lento”, a cui è dedicato il 2019.
Un potenziale senza dubbio inespresso che va promosso soprattutto a livello internazionale ed è in questa ottica che l’Associazione Calabresi in Europa ha inteso organizzare, il 12 febbraio prossimo a Bruxelles, Capitale d’Europa, un evento dal titolo “Borghi di Calabria: alla riscoperta del patrimonio storico, identitario ed enogastronomico”, con un passaggio obbligato sulla Dieta Mediterranea.
Per Peppino De Rose, Direttore Scientifico Conferenza Europea “Sarà anche l’occasione per parlare nel cuore dell’Europa di una Calabria positiva e propositiva, di buone prassi e casi virtuosi, attraverso la visione di filmati promozionali e materiale informativo, mettendo in risalto la bellezza dei paesaggi, la storia, l’arte, la cultura e i prodotti tipici. Molti i buyer presenti e diversi tour operator e agenzie di viaggio del Belgio che saranno ospitati nel suggestivo Teatro Istituto Italiano di Cultura. L’Associazione dei Calabresi in Europa (Bruxelles) è nata nel 2006 grazie al desiderio della comunità originaria della Calabria di testimoniare la propria presenza nella capitale e soprattutto per dar vita a una serie di attività attraverso le quali far conoscere la propria la regione al resto d’Europa. Grazie alle diverse collaborazioni, in primis con la Regione e poi con Università, associazioni, imprese, è diventata negli anni il riferimento per tanti giovani che vivono ed operano a Bruxelles ma anche riferimento per scrittori, poeti, pittori, personalità calabresi che hanno ottenuto visibilità e riconoscimenti importanti”.
L’iniziativa è finanziata dal Dipartimento Presidenza – Settore Affari Generali ed Istituzionali della Regione Calabria – Legge Regionale 6 novembre 2012, n. 54 – in materia di relazioni tra la Regione Calabria e le Comunità dei Calabresi all’Estero; a presiedere all’incontro il consigliere regionale Orlandino Greco.