Evasione e oltraggio a Carabinieri nel Vibonese: Antonio Prostamo dai domiciliari al carcere

Vibo Valentia – I carabinieri della Stazione di Mileto, coadiuvati dal personale dell’Aliquota Radiomobile, nel pomeriggio mercoledì, hanno dato esecuzione al provvedimento disposto dall’autorità giudiziaria di aggravamento delle misura cautelare in carcere nei confronti di Antonio Prostamo, 29 anni di San Giovanni di Mileto, già ai domiciliari nell’ambito dell’operazione antidroga “Stammer” e ritenuto legato all’ominima ‘ndrina operante nella frazione militese.
Secondo quanto reso noto il giovane avrebbe violato per ben due volto le prescrizioni imposte dal Tribunale di Vibo Valentia. Nell’aprile scorso sarebbe evaso dagli arresti domiciliari mentre lo scorso due dicembre sarebbe reso reso responsabile di oltraggio a pubblico ufficiale nei confronti di alcuni militari dell’Arma che si erano recati presso la sua abitazione per un normale controllo.
Prostamo è stato, dunque, segnalato alla Procura della Repubblica e il Tribunale ha dunque aggravato la misura disponendo l’arresto e il trasferimento in carcere a Vibo.
Come si ricorderà, inoltre, Prostamo è tuttora indagato per omicidio in riferimento alla scomparsa di Francesco Vangeli, il 26enne sparito nel nulla lo scorso 10 ottobre e visto per l’ultima volta proprio a San Giovanni di Mileto.