Domenica elettorale in sette Comuni calabresi: Lamezia il più popoloso, si vota fino alle 23

Sono sette (su otto, l’altro è Valenzano in provincia di Bari) i Comuni calabresi chiamati alle urne per questo turno elettorale straordinario: si tratta di enti sciolti per infiltrazione e condizionamento di tipo mafioso. L’eventuale turno di ballottaggio si svolgerà il 24 novembre 2019. In particolare saranno chiamati alle urne gli elettori di Cropani, Lamezia Terme, Petronà (in provincia di Catanzaro), Cassano all’Ionio (Cosenza), Isola di Capo Rizzuto (Crotone), Brancaleone, Marina di Gioiosa Ionica (Reggio Calabria).
Sono 6 i candidati a sindaco di Lamezia Terme, il comune più popoloso ad andare al voto. Sono 12 le liste in corsa con un massimo di 24 consiglieri. I candidati a primo cittadino sono: Massimo Cristiano (supportato da due liste civiche “Nuova Lamezia” e “La Svolta”); Eugenio Guarascio (sostenuto dal Partito democratico e dalla lista civile “Guarascio Sindaco”); Paolo Mascaro (sostenuto da due liste civiche “Orgoglio Lamezia” e “Assieme Mascaro Sindaco”); Ruggero Pegna (supportato da Udc, Forza Italia e Fratelli d’Italia); Rosario Piccioni (sostenuto da due liste civiche “Bene Comune” e “Lamezia Insieme”) e Silvio Zizza (sostenuto dal Movimento 5 Stelle).
Due i candidati a sindaco a Cropani: Luigi Le Pera e Raffaele Mercurio. Le Pera, capogruppo di opposizione quando è stato sciolto il Consiglio comunale, è avvocato ed è stato dirigente dell’Azienda ospedaliera di Catanzaro prima della pensione, e guida la lista “Cropani Bene Comune”; Mercurio svolge l’attività di geometra e guida la lista “Nuovamente Cropani Rinasce”. Entrambe le liste presentano 12 candidature.
Due candidati sindaci anche a Petronà. In lizza due ex sindaci: Vincenzo Bianco, 62 anni, con la lista “Petronà unita” e Vincenzo Mazzei, 71 anni, con la lista “Orgoglio petronese”.
A Brancaleone due liste con altrettanti candidati sindaci: “Brancaleone Bene Comune” con candidato a sindaco Silvestro Garoffolo, che sarà supportato da 11 candidati consiglieri, uno in meno al massimo consentito di 12, e “Democrazia Diritti e Libertà per Brancaleone” con candidato a sindaco il reggino Giuseppe Iero.
A Marina di Gioiosa due liste civiche: una con candidato a sindaco Geppo Femia, “Per Marina di Gioiosa Ionica 2025”, l’altra con Giuseppe Nunziato Belcastro, “Marina di Gioiosa Ionica Cittadini solidari e attivi per il bene di tutti”.
A Cassano all’Ionio a contendersi la carica di sindaco saranno Francesco Lombardi e Gianni Papasso (ex sindaco). In tutto ci saranno sette liste con 112 candidati al Consiglio comunale.
A Isola Capo Rizzuto saranno tre i candidati: Raffaele Gareri, Maria Grazia Vittimberga e Maurizio Piscitelli. Gareri (sostenuto dalla lista “L’Isola che Vorrei”), 59 anni, funzionario dell’Asp di Crotone, ha ricoperto più volte ruoli amministrativi, di maggioranza e opposizione, all’interno dell’ente comunale. Vittimberga (sostenuta dalle liste “Liberi di Ricominciare” e “Isola C.R. #Inrete”), invece, nel 2000 è stata presidente del Consiglio con Milone sindaco, poi consigliera di opposizione nel 2006 nella breve esperienza del sindaco Luigi Rocca. Maurizio Piscitelli (sostenuto dalla lista “SiAmo Futuro”) è invece un esponente storico del centrodestra, all’ultima tornata elettorale ha raccolto 226 voti che gli hanno permesso di diventare consigliere di maggioranza.