Dalla Regione arrivano i fondi per i castanicoltori danneggiati dal Cinipide del castagno

Catanzaro – Il Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari comunica che sono in arrivo le risorse per i danni causati dal Cinipide del castagno, “Drycosmus Kuriphilus”, nei territori regionali, come riconosciuto da decreto ministeriale del 27/04/2016.
Il Dipartimento finanzierà i castanicoltori calabresi che, nel periodo compreso dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre dello stesso anno, hanno subito danni alle produzioni agricole del castagno a causa dell’infestazione dell’insetto nocivo, per i quali il MIPAAFT ha riconosciuto il carattere eccezionale dell’evento.
Le risorse stanziate a beneficio degli interventi compensativi per i danni causati da tali avversità ammontano in totale a 68.818,41 Euro, che saranno ripartiti tra le aziende delle province di Cosenza, Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia che hanno subito danni, mentre 12.450,00 Euro sono state trasferite dalla Regione alla Città Metropolitana di Reggio Calabria, che ha il compito di effettuare l’istruttoria delle domande di aiuto presentate dalle aziende ricadenti nella provincia reggina.
In particolare, le domande di aiuto ritenute ammissibili dall’istruttoria effettuata dal Dipartimento Agricoltura delle quattro province, sono risultate ventuno.
Il Dipartimento Agricoltura specifica che si può richiedere il riesame della propria posizione al competente settore UOT Funzioni Territoriali esclusivamente a mezzo PEC (funzioniterritoriali.agricoltura@pec.regione.calabria.it) entro 15 giorni dalla pubblicazione dell’avviso sul portale istituzionale della Regione Calabria.
“La Regione Calabria – ha affermato il Consigliere regionale delegato all’Agricoltura Mauro D’Acri – ancora una volta scende in campo a sostegno dei castanicoltori che negli anni passati hanno subito forti penalizzazioni a causa dell’infestazione del Cinipide. Per sostenere i castanicoltori calabrese sono state impiegate le risorse integrative trasferire dal Ministero, relativamente al ‘Prelevamento e riparto integrazioni 2015 e 2015 del Fondo di Solidarietà Nazionale'”.
“Per quanto riguarda l’istruttoria delle domande di sostegno pervenute – ha precisato il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari Giacomo Giovinazzo – bisogna dare atto al lavoro svolto dal personale delle UOT Funzioni Territoriali, professionalità che, anche in questo modo, vengono valorizzate dall’amministrazione regionale”.