Dall’Associazione ‘Insieme per Camminare’ itinerario per promuovere il turismo nella Sibaritide

- Advertisement -
Slider

Il 2020 non è stato un anno positivo per l’economia in generale e in particolare per il turismo che ha perso tanto in termini di presenze. Tuttavia, si è registrato un mese di agosto interessante per la Piana di Sibari, grazie alla presenza di un discreto numero di turisti che ha mostrato interesse non solo per gli stabilimenti balneari ma anche per la conoscenza e la visita dei luoghi culturali.

- Advertisement -

Complice certamente l’impossibilità di raggiungere mete lontane, a causa delle limitazioni dei viaggi all’estero per la paura del contagio da Covid. Il mese di Settembre ha registrato, invece, un dato positivo grazie alla presenza delle navi di Costa Crociera, attraccate in più date nel porto di Corigliano-Rossano, che hanno creato un tour interamente italiano proprio per compensare il disagio degli spostamenti. Con l’arrivo dell’autunno però e le conseguenti restrizioni, tra i primi a soffrire, gioco forza, è stato proprio il turismo. In attesa della riapertura, questa volta si spera definitiva, e di una conseguente ripartenza del turismo, l’associazione “Insieme per Camminare”, che si occupa in particolare di turismo culturale, ha ideato un itinerario con attività tutte da svolgere nella Sibaritide.

Si tratta di un programma di escursioni già sottoposto, nelle scorse settimane, all’attenzione di circa ottomila operatori turistici, tra Tour operator ed agenzie di tutta Italia con escursioni culturali, camminate nella natura o in aree archeologiche, visite in aziende agricole ed enogastronomiche, passeggiate e shopping tour, il tutto per una durata di sette giorni da trascorrere in questa meravigliosa area geografica. L’itinerario, corredato di fotografie, è stato strutturato da Michele Abastante, membro dell’associazione e guida turistica abilitata, allo scopo di offrire un prodotto in linea con quella che è l’attuale domanda turistica di viaggiatori ed addetti ai lavori ossia ricercare nuove mete poco frequentate, poco note al turismo nazionale ed internazionale. Per questo motivo si è pensato di offrire il meglio di un territorio bello come la Piana di Sibari ma ancora poco conosciuto anche agli stessi abitanti. Oltre alle visite ormai note al Museo del Codex, al Castello di Corigliano, agli scavi di Sibari, il programma prevede anche visite ad altri luoghi meno noti come l’area archeologica di Castiglione di Paludi, le case di Kodra a Civita o il centro storico di Terranova da Sibari.

Sono previste le visite in aziende che lavorano prodotti della gastronomia come Amarelli o Favella, il riso di Sibari, le aziende produttrici di olio o gli agrumeti in cui crescono le clementine, prodotto che caratterizza a tutti gli effetti la pianura. Un ampio sguardo su ciò che di meglio il nostro territorio offre, una vetrina per la Sibaritide dove i protagonisti sono arte, cultura, natura ed enogastronomia così come anche le minoranze linguistiche come quelle arbereshe. L’itinerario proposto per il 2021 riguarda solo le escursioni che le stesse guide dell’associazione si occuperanno di seguire, mentre il pacchetto verrà completato, nel rispetto delle normative, dai tour operator che si occuperanno di scegliere ed inserire vitto, alloggio, trasferimenti in bus per i propri clienti.

L’associazione “Insieme per Camminare” si è dunque fatta promotrice del proprio territorio, suggerendo il luogo da esplorare con le relative attività, sperando che la proposta venga accolta positivamente dagli addetti ai lavori e che la Piana di Sibari inizi ad avere l’attenzione che merita.

(c.s.)