Cosenza, si accascia durante la partita di calcetto: 18enne muore davanti agli amici

Ha avvertito un malore e si è accasciato sul campo da gioco. Inutili i tentativi di rianimarlo effettuati dai suoi amici: Salvatore Figliuzzi è morto a 18 anni durante una partita a calcetto. La tragedia si è consumata nella serata di ieri, martedì 8 ottobre, a Cosenza. Il ragazzo si trovava in un campetto nei pressi del Municipio della città calabrese, vicino alla stazione vecchia, quando si è sentito male. Stando a quanto riporta la stampa locale, sarebbe stato anche usato il defibrillatore per rianimarlo. Poi l’inutile la corsa al pronto soccorso dell’ospedale Annunziata dove il suo cuore ha smesso definitivamente di battere ne è stato dichiarato il decesso. Sotto choc i familiari e i conoscenti del ragazzo, ancora increduli per quanto successo. Il giovane aveva trascorso le ore precedenti la partita in modo spensierato, come testimoniano anche le sue ultime story su Instagram, in cui si vede impegnato a fare il vino, poi il dramma che al momento appare inspiegabile.