Cosenza, picchia compagna per modi “occidentali”: arrestato 30enne marocchino

Polizia

Cosenza – Non accettava lo stile di vita “occidentale” della convivente e per questo l’avrebbe aggredita e picchiata più volte, anche in presenza dei figli di uno e 4 anni. Un trentenne marocchino, T.H. è stato quindi arrestato dalla squadra mobile di Cosenza per maltrattamenti in famiglia, lesioni, violenza privata e violenza sessuale.
L’uomo, infatti, è accusato anche di avere costretto la convivente a subire violenza fisica e psicologica durante i loro rapporti sessuali e di avere più volte malmenato la donna agendo in stato di alterazione per l’uso di alcol e droga. La donna non ha mai denunciato gli episodi perché minacciata ripetutamente di morte, ma gli investigatori della Squadra mobile, grazie alla loro esperienza, al termine delle indagini coordinate dalla procura di Cosenza diretta da Mario Spagnuolo, sono riusciti a ricostruire la vicenda ed ha raccogliere gli elementi che hanno portato il gip ad emettere un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.
L’uomo inoltre è ritenuto dagli inquirenti un soggetto incline ad una visione “integralista” e recidivo a compiere anche reati come spacciare droga in zone frequentate da minori.