Roma – Il Consiglio dei Ministri che si è riunito giovedì sera ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza nei territori delle Regioni Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Veneto e delle Province autonome di Trento e Bolzano colpiti dagli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati a partire dal 2 ottobre 2018.
Da subito sono stati messi a disposizione 53 milioni di euro ai quali si aggiungerà il prelievo di 100 milioni dal fondo per spese d’emergenza e altri 100 milioni dal fondo per far fronte a esigenze indifferibili che arriveranno con un Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri).
Lo ha detto il ministro per il Sud Barbara Lezzi al termine del Consiglio dei Ministri. “Stiamo aspettando che le regioni facciano tutte le ricognizioni” ha aggiunto il Ministro.
Le stesse Regioni, si è appreso nelle scorse ore, intendono dare vita ad un coordinamento nazionale per accedere al Fondo di Solidarietà dell’Unione Europea che prevede 500 milioni di euro l’anno per le zone colpite dalle calamità naturali.

8 novembre 2018