Catanzaro, migliaia di calabresi in piazza nel giorno dedicato alle vittime di mafia-FOTO

FOTO Catanzaro – Sono migliaia i partecipanti a Catanzaro alla 24esima Giornata internazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia, organizzata da “Libera” in collaborazione con “Avviso Pubblico”.
Il lungo corteo, aperto dalle madri di vittime della mafia come Gianluca Congiusta e Massimiliano Carbone, partendo dalla zona nord del capoluogo calabrese ha attraversato le strade del centro di Catanzaro per arrivare in Piazza Prefettura.
Il corteo è composto da studenti provenienti da tutta la regione, organizzazioni sindacali, associazioni, amministratori e tanti cittadini. Una folla umana colorata, con tantissime bandiere di libera e le foto di tante vittime innocenti di mafia per chiedere giustizia.
Come di consueto dal palco è stata data lettura dei mille nomi di vittime innocenti della mafia seguita da un collegamento con Padova per ascoltare l’intervento del fondatore di Libera, don Luigi Ciotti.
Conversando con i giornalisti durante il corteo, don Ennio Stamile referente di Libera in Calabria ha detto “Il grido di libertà e giustizia di questi giovani deve essere anche il nostro, speriamo che si risveglino le coscienze e tutti quanti ci possiamo impegnare quotidianamente per sconfiggere questo male che è la ‘ndrangheta”.
Poi, dal palco di Piazza Prefettura, don Ennio Stamile ha gridato “Catanzaro svegliati perché la ‘ndrangheta è presente anche qui nonostante non uccida. È presente nello spaccio, nel pizzo, nell’usura. E pervasiva”.
“Siamo a Catanzaro – ha detto don Ennio – perché sono i familiari delle vittime ad aver chiesto che la manifestazione si svolgesse qui, nel capoluogo di regione. Bisogna scuotere questa città dal torpore. Svegliarsi senza mai abbandonare le famiglie perché il loro grido di giustizia deve essere rappresentato da tutti”.
La giornata oltre al partecipato corteo sarà arricchita da seminari tematici sulla lotta alla mafia e alla corruzione.