Catanzaro, c’è il processo “Stige”: vietata la partita al“Ceravolo” del 12 dicembre con la Viterbese

- Advertisement -
Slider

Catanzaro – Il prefetto di Catanzaro Francesca Ferrandino, su richiesta del questore, Amalia Di Ruocco, ha disposto il divieto di svolgimento dell’incontro di calcio tra la squadra locale e la Viterbese, valido per il Campionato di serie C, in programma mercoledì prossimo, 12 dicembre.
Il provvedimento è stato adottato per motivi di sicurezza in considerazione del fatto che, in contemporanea con la partita, è in programma nell’aula bunker, ubicata nella stessa area dello stadio “Ceravolo”, dove si sarebbe dovuto disputare l’incontro, l’udienza preliminare del processo di ‘ndrangheta scaturito dall’inchiesta “Stige”, che vede imputate 188 persone.