Catanzaro, “Bruce” e “Max” fiutano la droga e fanno pizzicare un pregiudicato 48enne

Catanzaro – Nella tarda mattinata di mercoledì, personale della Questura di Catanzaro, a seguito di mirati servizi di prevenzione e controllo del territorio, disposti nell’ambito del progetto “Focus ndrangheta”, avvalendosi di due equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e di due unità del Reparto Cinofili provenienti da Vibo Valentia, si è recato presso l’abitazione del pregiudicato G.G. di 48 anni sita a Catanzaro, al fine di effettuare una perquisizione domiciliare, avendo motivo di ritenere che lo stesso potesse detenere sostanze stupefacenti e/o psicotrope.
Determinante nelle fasi di perquisizione è stato l’utilizzo dei cani poliziotto, “Bruce” e “Max”, addestrati alla ricerca di sostanze stupefacenti, consentendo la riuscita delle operazioni, estese anche alle pertinenze dell’abitazione.
Sono stati infatti rinvenuti cinque sacchetti trasparenti di cellophane rinforzato, contenenti verosimilmente sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, successivamente quantificata e qualificata presso il locale Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica, del peso complessivo lordo pari a quasi 900 grammi
Un altro sacchetto, contenente verosimilmente 16,90 grammi di hashish, è stato rinvenuto in un adiacente locale di pertinenza dell’abitazione ed infine, sono stati recuperati anche 4 bilancini di precisione, strumentali all’attività di spaccio.
Le sostanze stupefacenti trovate e gli oggetti pertinenti il reato, sono stati sequestrati, mentre il 48enne è stato tratto in arresto e per come disposto dall’Autorità giudiziaria, tradotto agli arresti domiciliari.