Catanzaro, aggressioni al personale del ‘Pugliese’ per Fp Cgil “situazione insostenibile”

Catanzaro – Dopo l’ennesima aggressione verificatasi in ospedale, interviene con una nota, a firma di Vincenzo La Croce, la Fp-Cgil.
“Pensavamo come Organizzazione Sindacale che l’aggressione del 27/12/2018, fosse stata l’ultima di quest’anno,- sottolinea – nostro malgrado ci siamo dovuti ricredere. Questa notte (29 dicembre ndr) presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Pugliese di Catanzaro, si sono vissuti attimi di paura per il pestaggio di un Infermiere e un Operatore Socio Sanitario da parte di un paziente in attesa di essere visitato, i due lavoratori hanno riportato una prognosi di trenta giorni di infortunio per le violenze subite. Da tempo denunciamo la carenza di personale all’interno del pronto soccorso e in tutta l’Azienda Ospedaliera, tutto ciò crea attese lunghe ed estenuanti che spesso sfociano in rabbia e violenza verso il personale. Il personale del pronto soccorso, seppure in una situazione di grave carenza di personale, continua a prestare la loro professionalità al servizio della collettività. Oltre ai danni fisici al personale aggredito e allo spavento degli altri pazienti presenti, resta da parte di tutti la rabbia per aver assistito per l’ennesima volta ad un episodio di violenza sul posto di lavoro.
Per La Croce si tratta di una “situazione insostenibile, soprattutto in giornate di lavoro come queste, che stanno diventando la norma, dove il triage è pieno di gente. Già è difficile sopportare questi carichi di lavoro. Dover pensare anche alla propria incolumità rappresenta una condizione di lavoro inaccettabile per il personale; la FP CGIL pone con fermezza la questione sicurezza che rappresenta oramai una vera e propria emergenza. Quanto accaduto al Pronto Soccorso dell’Ospedale Pugliese di Catanzaro è l’ennesimo e gravissimo episodio di violenza commesso nei confronti di onesti lavoratori, in questo caso verso personale sanitario pronto ad aiutare il prossimo e non certo ad essere aggredito da chi chiede il loro ‘aiuto’. Esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà ai lavoratori aggrediti. Sono episodi gravissimi che vanno condannati senza mezzi termini. Nei prossimi giorni- conclude Vincenzo La Croce – chiederemo un incontro urgente al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera ‘Pugliese Ciaccio’ Giuseppe Panella per studiare soluzioni in grado di proteggere tutti i lavoratori, in modo particolare quelli che operano con turni a rotazione, di giorno e di notte, che possono avere contatti con persone malintenzionate. Negli ospedali il diritto alla salute dei pazienti equivale al diritto al rispetto e alla sicurezza delle persone che ci lavorano. Quello che è avvenuto al Pugliese non dovrà più accadere in nessun ospedale”.