Calcio a 5, picchiarono arbitro, emessi tre Daspo per dirigente società, giocatore e tifoso

Reggio Calabria – Il questore di Reggio Calabria, Massimo Mariani, ha emesso tre Daspo, della durata di cinque anni ciascuno, in relazione ai disordini avvenuti durante l’incontro di calcio a cinque disputato il 18 marzo scorso tra la squadra “A.C.S.D. Ludos Vecchia Miniera” e quella della “Xenium”, valevole per il Campionato regionale di Serie “C2”. I destinatari dei provvedimenti sono un dirigente-accompagnatore della Ludos Vecchia Miniera, il figlio del presidente e un calciatore della stessa compagine.
Secondo quanto emerso dalle indagini, i tre, al termine della partita, si sarebbero resi responsabili di una violenza aggressione nei confronti dell’arbitro con calci, pugni e bastonate. In particolare il dirigente, usando il bastone, ha colpito il direttore di gara in testa e sulla schiena con numerosi colpi anche dopo che l’uomo si era accasciato a terra.
Un altro Daspo di un anno è stato inflitto ad un calciatore dell’Ac Locri 1909 per comportamento oltraggioso verso personale delle forze dell’ordine.