Cadavere a Rende: l’uomo di 41 anni viveva da solo in condizioni disagiate

Macabra scoperta venerdì pomeriggio a Rende alle porte di Cosenza. In via Boccioni, è stato rinvenuto il cadavere di una persona all’interno di una casa diroccata nei pressi del casello autostradale di Cosenza Nord. La zona si trova a Quattromiglia nei pressi di alcune palazzine in cui risiedono tra l’altro, numerosi studenti universitari dell’Unical.

Sul posto sono giunti i Carabinieri della locale compagnia e i vigili urbani di supporto alla regolazione del traffico. Non è ancora chiaro se si tratti di decesso dovuto a morte violenta.

Si tratterebbe di un uomo sulla quarantina. Il corpo è stato trovato dalla Polizia Municipale. Il decesso risalirebbe a due giorni addietro.

I confinanti hanno avvertito un forte odore provenire proprio dal casolare. Dai primi riscontri è emerso che l’uomo viveva da solo ed in condizioni disagiate. Molto probabilmente non si tratterebbe di una morte violenta.