Bimbo calabrese di tre anni ingerisce metadone: è grave. Era in auto con genitori

Salerno – Un bambino di tre anni si trova ricoverato all’ospedale di Battipaglia (Salerno) per aver ingerito del metadone. L’episodio si è verificato la scorsa notte: il piccolo stava viaggiando in auto con la mamma ed il padre per far rientro in Calabria, a Cosenza, quando si è improvvisamente impossessato della boccetta, dalla quale ha bevuto la sostanza.
I genitori, resisi conto dell’accaduto, hanno subito lanciato l’allarme. Il bimbo, infatti, poco dopo ha perso i sensi ed è stato trasportato d’urgenza prima all’ospedale di Eboli e, successivamente, al nosocomio di Battipaglia dove è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione.
La prognosi, al momento, resta riservata ma il piccolo – che sta reagendo bene alle cure dei medici – non sarebbe in pericolo di vita. I carabinieri della compagnia di Battipaglia hanno informato l’autorità giudiziaria, denunciando a piede libero i genitori per l’omessa vigilanza. Secondo quanto si apprende il padre del bimbo era autorizzato a tenere il metadone perché in cura al Sert.