Auto finisce in scarpata: muore 24enne calabrese, grave l’amico

Tragedia della strada nelle scorse ore in provincia di Siena, un ragazzo di 24 anni è morto e l’amico venti è rimasto ferito gravemente dopo che entrambi sono rimasti coinvolti in un terribile incidente stradale lungo la strada provinciale 40.

Il dramma si è consumato nel pomeriggio di domenica 8 settembre, nel territorio del comune di Pienza. La giovane vittima è Attilio Mamone, un ventiquattrenne residente a Chianciano Terme sempre nel Senese, ma originario della Calabria. Mamone era nato a Tropea ma si era poi trasferito in Toscana dove aveva anche aperto un wine bar a Montepulciano. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, vi era lui alla guida della vettura, una Toyota Land Cruiser, che ha improvvisamente sbandato ribaltandosi più volte prima di finire giù da una scarpata.

Per il 24enne lui inutili i successivi soccorsi da parte dei vigili del fuoco e degli operatori sanitari del 118 intervenuti sul posto. Il ragazzo è praticamente morto sul colpo e i medici hanno solo potuto constatarne il decesso. Soccorso e trasportato d’urgenza all’ospedale Le Scotte di Siena l’altro ragazzo, un ventenne residente a Zurigo che viaggiava sulla stessa vettura. Il giovane sarebbe ricoverato in condizioni gravissime.

Per facilitare i soccorsi medici, sul posto è stato fatto intervenire anche l’elisoccorso del 118 che ha provveduto a trasportare il ferito grave in ospedale. Al momento la dinamica esatta dell’accaduto non è chiara ma dai primi rilievi sembra si tratti di un incidente autonomo che non ha coinvolto altri mezzi. L’auto, per motivi da accertare, sarebbe arrivata lunga ad una curva finendo fuori strada, ribaltandosi più volte lungo la scarpata.

Dolore e incredulità alla notizia della prematura scomparsa di Attilio. Messaggio di cordoglio è arrivato anche dalla ex scuola del giovane i Licei Poliziani. “L’intera comunità scolastica dei Licei Poliziani piange la scomparsa, di Attilio Mamone ex studente del liceo, figlio del prof. Antonio Mamone e si stringe forte al padre, alla madre e alla sorella in questo momento di indicibile dolore” si legge in un messaggio pubblicato su Facebbook.