Allenatore Esordienti urla “terrone” all’arbitro: Questore di Pordenone emette Daspo per un anno

Un uomo di 42 anni, allenatore di una squadra di calcio che gioca nel campionato Esordienti è stato destinatario di un Daspo (Divieto di Accedere alle manifestazioni Sportive) della durata di un anno emanato dal questore di Pordenone in quanto ha urlato “terrone” all’arbitro mentre era in corso la partita.
Secondo quanto appurato, inoltre, in più occasioni l’uomo, allenatore della Sacilese 2007, si è comportato in modo violento sia verbalmente sia materialmente verso i ragazzini dell’età di 11-12 anni in campo e anche verso quelli che erano in panchina.
Al culmine di un’azione, in particolare, mentre si rivolgeva ai suoi ragazzi, ha pronunciato una frase discriminatoria all’indirizzo dell’arbitro. Malumore e indignazione sono i sentimenti che subito si sono manifestati da parte dei bambini e dei genitori.
“Le condotte accertate – sottolinea il questore -, oltre a essere verbalmente e materialmente violente e caratterizzate da una consapevole impronta di discriminazione territoriale, assumono ancora più particolare di rilievo negativo, soprattutto in considerazione del fatto che sono state poste in essere alla presenza e rivolte a bambini di 11 anni”.
“Non è certamente edificante – ricorda – che chi dovrebbe avere il compito di assolvere alle funzioni di educatore insegnando rispetto delle regole attraverso l’attività sportiva si trasformi, invece, in un esempio diseducativo, che non si concilia con le aspettative di giovani adolescenti che identificano nell’allenatore di calcio un modello positivo da imitare”.