820mila Euro di premi intascati e non versati: rischia processo assicuratore di Catanzaro

Catanzaro – Appropriazione indebita e truffa. Queste l’ipotesi di accusa nei confronti di un assicuratore. F.B., dipendente di un’agenzia con sede a Catanzaro, che hanno portato il sostituto procuratore della Repubblica, Giulia Tramonti a notificargli un avviso di conclusione delle indagini con contestuale informazione di garanzia.
Secondo quanto si è appreso, l’uomo, sarebbe riuscito a conquistare la fiducia di decine di clienti (65) ma invece di versare come previsto i premi previdenziali presso la sua compagnia assicurativa li tratteneva per sè.
Rilevante la cifra che gli viene contestata pari ad oltre 820mila Euro.
L’indagine, iniziata nel 2016, sarebbe partita dalla segnalazione di uno dei clienti che avendo notato qualcosa che non andava lo aveva fatto presente direttamente all’agenzia di assicurazioni.
Da quel momento sono partiti gli accertamenti che hanno fatto emergere i presunti illeciti.