Vibo Valentia – “Il Radon è insidioso, ma si può controllare” a renderlo noto è stata la ricercatrice del dipartimento di Fisica dell’UNICAL Marcella Capua che ha così iniziato la presentazione del progetto RAP e Radiolab durante la seconda fase della prima giornata del ‘Festival della Scienza’.
Al progetto hanno aderito, oltre al Liceo Scientifico ‘Giuseppe Berto’, l’istituto ‘Fermi’ di Cosenza e il ‘Volta’ di Reggio Calabria con più di 5000 studenti.
I ragazzi saranno impegnati in prima persona nello svolgimento di questa ricerca che si protrarrà nell’arco di tre anni. La professoressa ha illustrato la storia della radioattività, termine ultilizzato per la prima volta da Marie Curie, concentrandosi sul Radon, un gas nobile molto pericoloso.
La ricercatrice ha poi presentato gli effetti che esso produce sulla salute umana, essendo difatti la seconda causa di tumore ai polmoni, per poi aggiungere che il gas tende a diffondersi attraverso tubature e tipologie di cementi, entrando nelle abitazioni. Ha poi concluso dando ai ragazzi le ultime direttive sulle attività che saranno svolte nel periodo stabilito.

Realizzato da Chiara Quattrone

Presentation on the projects Radiolab and RAP
“Radon is insidious, but it can be controlled”. The one who let this be known was the researcher of the UNICAL’s department of physics Marcella Capua who started in the this way the presentation of the project RAP and Radiolab during the second phase of the first day of the “Festival delle Scienza”.
Other than the Liceo Scientifico Giuseppe Berto, the Institute Fermi of Cosenza and Volta of Reggio Calabria took part in the project. The students will be involved first-hand in the execution of this research which is going to be protracted in a time span of three years.
The teacher illustrated the history of radioactivity, term that has been used for the first time by Marie Curie, focusing on the radon, a really dangerous noble gas. The researcher then presented the effects that it produces on human’s health, being indeed lungs cancer’s second cause, adding afterwards that the gas tends to spread by the exposure through pipes and particular types of concrete, entering the residences.
She then concluded giving to the students the last directives on the activity that will be conducted in the established period.

Made by Chiara Quattrone

9 maggio 2018