Vibo Valentia – Un imprenditore edile, Antonino Chiaromonte, 55 anni è stato oggetto di una intimidazione. La scorsa notte, nel suo cantiere, ubicato nella frazione “Portosalvo” di Vibo Valentia, persone non identificate hanno lasciato una bottiglia di plastica contenente benzina.
A trovare la bottiglia sono stati alcuni operai nel momento in cui hanno aperto il cantiere. Alla bottiglia era stata attaccata, con nastro adesivo, una scatola di fiammiferi. L’ipotesi che viene fatta dagli investigatori é che l’intimidazione possa avere una matrice estorsiva, anche se non vengono tralasciate altre piste.
Non è la prima volta che la sua impresa subisce delle intimidazioni, sempre denunciate da Chiaromonte che ha testimoniato sin dentro le aule di giustizia contro i suoi estorsori contribuendo a farli condannare.

13 settembre 2018