Crotone – Prosegue l’operazione “Albachiara” avviata dall’Ispettorato del Lavoro di Crotone per contrastare il lavoro nero, sommerso e irregolare e per la garanzia della sicurezza sul lavoro in particolare nei settori del turismo e dei pubblici esercizi e nei cantieri edili – ed emergono ancora gravi irregolarità e lavoro nero.
Personale dell’Ispettorato, unitamente ai Carabinieri del Nucleo carabinieri Ispettorato del lavoro di Crotone e in collaborazione con la Compagnia Carabinieri di Cirò Marina e la Tenenza Carabinieri di Isola Capo Rizzuto, ha controllato attività imprenditoriali connesse a lidi balneari ed annessi esercizi di ristorazione, in tre comuni della nostra provincia riscontrando irregolarità in 5 aziende sulle 6 ispezionate.
In particolare, sono stati trovati intenti al lavoro complessivamente 21 lavoratori, di cui 12 “in nero”. Sono stati quindi adottati tre provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale e impartite 6 prescrizioni penali. Sono stati denunciati in stato di libertà i responsabili legali di 4 ditte e sono state contestate sanzioni amministrative, elevate ammende per sanzioni penali, recuperati contributi previdenziali ed assicurativi per un importo complessivo di circa 95.000 euro.
Dall’Ispettorato del Lavoro di Crotone fanno sapere, inoltre, che l’operazione “Albachiara” prosegue per tutta la stagione estiva, con controlli e verifiche in particolare nei pubblici esercizi bar, ristoranti, strutture turistiche e nel settore edile.

12 giugno 2018