Lamezia Terme – Il Consigliere comunale del Pd, Pino Zaffina si rivolge al Presidente dell’Assise cittadina e all’ufficio di Presidenza del consiglio comunale, affinchè “si prepari al più presto un consiglio che affronti le problematiche legate alla SACAL”.
Il Prefetto De Felice, Presidente SACAL,- ricorda Zaffina – ha incontrato pubblicamente gli Organi Istituzionali della città di Reggio Calabria e di Crotone, certamente, insieme al rappresentante del comune, ing. Manlio Guadagnuolo, e a quello della Provincia di Catanzaro, avv. Amelia Bongarzone, non avrà difficoltà a partecipare al consiglio comunale cittadino.
Il confronto deve portare alla ricerca di soluzioni unitarie e senza contrapposizioni, le divisione generano ritardi e confusioni, ed è giusto che la città di Lamezia partecipi alle scelte di sviluppo della società aeroportuali”.

“Nessuno, scrive Zaffina, può dimenticare che è sul territorio del comune lametino che è collocato il più grande degli aeroporti calabresi, inserito dal Governo tra gli 11 scali strategici nazionali. Penso che tutti, in primis la Regione Calabria, abbiano la necessità di interloquire con Lamezia.
Dal canto suo Lamezia deve abbandonare la posizione, spesso assunta nel passato, di rassegnazione e di non partecipazione attiva, oggi il futuro dell’aeroporto lametino, e non solo, deve preventivare la ricerca del consenso degli Organi di Governo della terza città della Calabria.
La prima delle domande da porsi è se entro il 31 ottobre, scadenza del termine per la ricapitalizzazione delle quote societarie, gli Enti Pubbici attualmente presenti nella SACAL, ed in particolare il comune di Lamezia Terme, debbano sottoscrivere altre quote sociali. Lamezia deve mantenere una adeguata partecipazione per assicurarne il suo ruolo”.

“Bisogna, poi, capire- rimarca il Consigliere PD- a che punto si trova il progetto di realizzazione della nuova aerostazione: il precedente Presidente Colosimo, circa un anno fa in consiglio comunale, dichiarava solennemente un investimento di 50 milioni e 600.000 euro (metà a carico della SACAL e l’altra a carico fondi PAC), per la costruzione dell’aerostazione; il report ENAC 2017 prevede per il quadriennio 2016-2019, un investimento strutturale per l’aeroporto di 63 milioni di euro.
Certamente i competenti organismi della SACAL, continua Zaffina sono al lavoro per un Piano Industriale adeguato alle nuove prospettive. Il confronto sul Piano Industriale con le forze politiche, sociali ed imprenditoriali può portare solo ad un arricchimento dello stesso”.

Zaffina, conclude con una ulteriore esplicita richiesta: “i tre consiglieri PD hanno firmato a termine di regolamento la richiesta di convocazione di un apposito consiglio, oggi le imminenti problematiche richiedono che il Presidente Salvatore De Biase ed il Vice Presidente Mariolina Tropea si adoperino affinchè il prossimo consiglio possa vedere anche la partecipazione del Governatore della Regione Calabria Mario Oliverio. Anche alla luce della proposta di trasferimento della stazione ferroviaria di Sant’Eufemia all’interno dell’aera aeroportuale, gli impegni della Regione Calabria sono essenziali per la città di Lamezia Terme”.


10 agosto 2017