Lamezia Terme – Una mirata attività investigativa condotta dalla Polizia di Stato ha consentito di risalire all’autore di furti reiterati in appartamento a danno di un cittadino di Lamezia Terme.
Le indagini sono state avviate nell’immediatezza della denuncia da parte della vittima che per quanto stava subendo si era rivolto al locale Commissariato di P.S. Gli inquirenti senza nulla tralasciare ed avvalendosi di immagini delle telecamere che il denunciante aveva istallato nella sua abitazione, dopo essersi accorto dell’ammanco di soldi ed altro, sono risaliti alla identità del ladro ricostruendo l’intera vicenda.
L’uomo S.G, di anni 53 di origini napoletane, residente in Lamezia Terme, con cadenza quasi quotidiana, sin dal mese di settembre, si introduceva nell’appartamento e asportava “comodamente e a piacimento” ogni genere di cose: oggetti in oro, alimenti, sigarette, soldi (per ammontare complessivo di circa 2000 euro).
Gli Agenti hanno accertato come S.G. agisse in perfetta malafede approfittando del rapporto fiduciario con la vittima, in quanto collega di lavoro e abitante nello stesso palazzo.
Tanto che il ladro per introdursi nell’appartamento e rubare utilizzava la copia della chiave che il proprietario e collega aveva confidato custodire all’interno di una pianta sul pianerottolo delle scale.
Ieri i poliziotti, appostati nell’appartamento, luogo dei furti, hanno colto sul fatto e tratto in arresto S.G. che, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato trattenuto nella camera di sicurezza del Commissariato. In sede di udienza che si è tenuta nell’odierna giornata, l’arresto è stato convalidato.

21 dicembre 2017