Lamezia Terme – Due fratelli, Antonio e Raffaele Cugnetto di 30 e 22 anni (rispettivamente nella foto) sono stati tratti in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme con l’accusa di per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
Nel corso degli ultimi giorni, i Carabinieri della Compagnia di via Marconi, infatti, nell’ambito delle attività volte alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, hanno messo in atto accurati servizi di prevenzione oltre ad una serie di perquisizioni veicolari e domiciliari.
Fra i soggetti interessati dai controlli anche i fratelli Cugnetto, due giovani lametini già noti alle forze dell’ordine.
Ed è proprio durante una perquisizione presso la loro abitazione che i militari dell’Aliquota Radiomobile si sono trovati di fronte ad un piccolo laboratorio di confezionamento della droga ricavato nella loro cucina. Fra i pensili ed i ripiani della stanza, infatti, erano accuratamente adagiati fogli di giornale contenenti vari “gruzzoletti” di sostanza stupefacente del tipo marijuana.
Sul tavolo, invece, fogli di cellophane, bustine, forbici e tutto il necessario per confezionare le singole dosi da vendere al dettaglio. Per tali ragioni i due fratelli, dopo le formalità di rito, venivano tratti in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e tradotti presso la casa circondariale di Catanzaro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

12 febbraio 2018