Lamezia, “Natale in Biblioteca” dedica due serate al grande cinema d’autore a 20 anni dalla morte di Marcello Mastroianni

Lamezia Terme – Due serate dedicate al grande cinema d’autore nel programma di “Natale in Biblioteca 2016″, rassegna in corso di svolgimento a Palazzo Nicotera-Severisio.
Lunedì 19 e martedì 20 dicembre, al Sistema Bibliotecario Lametino (ingresso su via G. Carducci), verranno proiettati i cult del cinema italiano «Divorzio all’italiana» e «La dolce vita», in memoria dell’attore Marcello Mastroianni a vent’anni dalla scomparsa.
Apripista della due giorni dedicata al grande attore di origini laziali, il film del 1962, diretto da Pietro Germi, «Divorzio all’italiana». Il lungometraggio tratta, in chiave ironica, il difficile tema del delitto d’onore in Italia e, quindi, quel famoso articolo 587 del Codice Penale, prima del referendum e della legge sul divorzio. Eccezionale e umoristica l’interpretazione di Mastroianni, nelle vesti di Fefè Cefalù, un decaduto barone siciliano, spalla a spalla con una giovanissima Stefania Sandrelli e con Daniela Rocca.
La sera successiva spazio al cult di Federico Fellini «La dolce vita» distribuito nel 1960 e vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes e dell’Oscar per i costumi di scena. Probabilmente il film più importante del regista romagnolo, «La dolce vita» narra le vicende romane di un disincantato e annoiato giornalista avviluppato nella vita mondana della Città Eterna.
«La dolce vita» è il film che consacra Marcello Mastroianni a icona del cinema mondiale. Nonostante un’aspra critica, alla fine della stagione cinematografica 1959-60 il film fece registrare il maggior incasso in Italia.
Le proiezioni (totalmente gratuite), introdotte da Antonio Pagliuso, con la gentile collaborazione dell’associazione culturale UNA, partiranno alle ore 21:00. L’associazione culturale UNA, inoltre, sarà presente in sala già dalle 20:00 per il pre-tesseramento alla rassegna cinematografica 2016-2017.