Lamezia Terme – Non può lavorare in ospedale per un infortunio sul lavoro, ma lo fa in un studio privato, e
pure in nero. La notizia è riportata nell’edizione cartacea odierna de “La Gazzetta del Sud“.
Il chirurgo lametino, F. C., è stato però beccato dalle Fiamme gialle che l’hanno arrestato per truffa aggravata e false attestazioni. Ma come scrive il collega Vinicio Leonetti, il Gip del Tribunale di Lamezia Terme non ha convalidato l’arresto rimettendo in libertà il medico. Secondo il giudice mancano le esigenze cautelari essendo state acquisite le prove della truffa e non trattandosi di una persona pericolosa.
Lo specialista presta attività parasubordinata nell’Asp di Lamezia con contratto a tempo indeterminato. Ma ha detto di avere subito un infortunio mentre era in ambulatorio ed i suoi colleghi del pronto soccorso in ospedale hanno certificato «l’inabilità assoluta temporanea al lavoro».
Due settimane a casa. Una diagnosi che il medico non ha rispettato, perchè il Gruppo della Guardia di Finanza
l’ha trovato che operava in uno studio privato nell’hinterland lametino.

22 dicembre 2017