Lamezia Terme – Diventa ufficialmente “quartiere del pane artigianale” Capizzaglie. Sabato si è tenuta l’intitolazione con la scoperta delle due targhe apposte all’ingresso da entrambi i lati del quartiere, alla presenza del Sindaco Paolo Mascaro e dell’assessore all’attività produttive Costanzo e dei componenti dell’Associazione ‘Quartiere Capizzaglie’ e dell’Associazione ‘Primavera’ e di tanti cittadini accorsi a questo evento storico. L’intitolazione avviene dopo un iter che ha visto l’Associazione ‘Quartiere Capizzaglie’ protagonista nel presentare questo progetto di valorizzazione dell’eccellenza del territorio: il pane artigianale.
Il presidente Oscar Branca ha espresso profonda gratitudine all’amministrazione comunale di Lamezia Terme che fin dall’inizio a sostenuto e appoggiato il nostro progetto, promuovendolo, a pieno titolo come “il quartiere del pane”.
“Grazie al supporto morale e amministrativo del sindaco Mascaro e dell’ex assessore alle attività produttive Angelo Bilotta- aggiunge – finalmente, dopo anni, il nostro progetto di promozione del pane casereccio, prodotto appunto a Capizzaglie, è divenuto realtà, inoltre è già partito l’iter per la denominazione comunale d’origine (De.Co.).
Siamo orgogliosi ed emozionati di poter finalmente dare seguito agli enormi sacrifici di chi ha lavorato con impegno e passione negli anni, donando a noi, nuove generazioni, un tesoro prezioso come appunto il pane. La caratteristica del nostro pane nasce da una tradizione familiare ed è realizzato con semola rimacinata di grano duro, acqua e sale. Il suo segreto, l’unico che ci sentiamo di svelare, è la sua lievitazione naturale con il lievito madre (“u livatu”)”.

Dall’Associazione, inoltre, evidenziano che “il traguardo conquistato è però solo un punto di partenza per dare il via ad un iter di valorizzazione e commercializzazione di questo pane ed in generale delle tipicità enogastronomiche della nostra città, in un contesto regionale prima, nazionale dopo.
Questo quartiere del pane deve essere però svincolato da ogni determinazione e localizzazione geografica, diventando un bene per l’intera città di Lamezia Terme.
Nel progetto è prevista anche la realizzazione di botteghe caratteristiche, ed un piccolo laboratorio didattico per le scolaresche lametine, in cui poter mostrare la produzione e la cottura.
Sicuri di una gioia condivisa con la cittadinanza, invitiamo tutti a seguire le future iniziative ed a gustare il pane di Capizzaglie, quotidianamente e durante le tante iniziative, ad esso dedicate”.

OKpane

22228295_1893163481010977_6245877399383165902_n

9 ottobre 2017