Lamezia Terme – Il Comune di Lamezia Terme, con determina del dirigente “Settore Programmazione e Realizzazione Opere Strategiche e Nuove Opere” ha revocato l’autorizzazione rilasciata all’impresa ‘Edilmadue s.a.s.’ di Mastroianni Vincenzo & C. per l’esecuzione di una parte dei lavori previsti relativi all’intervento di “Acquisizione e valorizzazione del Bastione di Malta”.
La decisione a seguito di un aggiornamento in data 7 agosto scorso da parte della Prefettura di Catanzaro di
provvedimento interdittivo (certificazione antimafia) a carico della stessa impresa.
I lavori sono stati aggiudicati, per un importo totale di circa 125mila euro all’impresa ‘Genovese Costruzioni s.a.s’ che chiese ed ottenne dal Comune, in un primo momento, l’autorizzazione ad affidare in subappalto all’impresa ‘Edilmadue s.a.s.’ di Mastroianni Vincenzo & C. parte dei lavori previsti in contratto, nei limiti delle normative vigenti, per un importo di euro 37.270.
Le successive verifiche prefettizie con relative comunicazioni all’Ente comunale hanno, in queste ore, portato, poi, alla revoca dell’autorizzazione di subappalto.

11 agosto 2017