Lamezia Terme – Un augurio di buon Natale in musica da parte del liceo ‘Campanella’ di Lamezia Terme che questa mattina, come ogni anno, ha dato vita al tradizionale spettacolo musicale natalizio a pochi giorni dalle festività.
Un mix tra brani classici e moderni della tradizione natalizia, una sinergia virtuosa tra generazioni, hanno caratterizzato il concerto che ha visto protagonisti gli studenti e i docenti del liceo musicale, insieme per dar vita a un momento di festa e condivisione per tutta la scuola.
Ad aprire lo spettacolo, un medley di brani natalizi eseguiti dal coro del liceo Campenella diretto dal maestro Sara Saladino, con l’accompagnamento musicale dei docenti Diego Apa, Vito Procopio, Rocco Riccelli e Fabio Tropea.
Spazio alla musica classica con il primo tempo del concerto in La minore di Antonio Vivali, eseguito dal “Campanella’s quartet”, un giovane quartetto nato pochi mesi fa, diretti dal docente Francesco Falcone. Ritorno al clima natalizio con l’esibizione dell’orchestra del biennio del liceo musicale e le performance dei docenti Diego Apa e Giovanni Mazzuca sulle note di brani come “Christmas tree”, “What a wonderful world”, “Birdland”, carichi di quell’atmosfera di sogno e magia tipicamente natalizia.
Un vero gioco di squadra, quello realizzato anche quest’anno per il concerto natalizio, con mesi di preparazione alle spalle, con il coinvolgimento degli studenti seguiti da tutti i docenti del liceo musicale. Superata per qualche giorno la “barriera” della cattedra, docenti e studenti hanno lavorato insieme, per lanciare anche attraverso la musica quel messaggio di festa, di armonia e concordia che rappresenta il cuore dell’evento del Natale.
Soddisfazione dal dirigente Giovanni Martello che, nel fare gli auguri a docenti e studenti, ha sottolineato come “il nostro liceo musicale rappresenta da tanti anni un punto di riferimento per la formazione musicale non solo nella nostra città ma in tutta la provincia. Dall’anno prossimo sarà attivato anche il liceo coreutico. Un altro passo avanti nella direzione di una formazione sempre più completa per i nostri studenti e un altro tassello di una scuola che vuole essere strumento di promozione umana e culturale per tutto il territorio”.

Campanella2

Campanella1

21 dicembre 2017