Catanzaro – Con apposito decreto, il Presidente della Regione Mario Oliverio ha dato indicazione al Direttore generale del Dipartimento Salute Riccardo Fatarella a voler autorizzare le Aziende sanitarie calabresi a procedere alla assunzioni di personale, indispensabili a garantire le attività di emergenza/urgenza.
Ciò – riporta una nota diffusa dall’Ufficio stampa della Giunta- , se entro le 24 di giorno 15 luglio p.v. non si dovesse formalizzare il DCA da parte della struttura commissariale.
Il Presidente Oliverio- prosegue la nota- ricostruisce tutti i passaggi che si sono consumati in questi mesi ma che a tutt’oggi non hanno prodotto alcun risultato: decreti non sottoscritti dalla struttura commissariale nella sua interezza e che hanno registrato la irricevibilità da parte di ministeri affiancanti; decreti non in linea con la metodologia richiesta dai ministeri in materia di fabbisogno di personale; tavoli di monitoraggio che hanno diffidato la struttura commissariale nei modi e nei termini indicati dagli stessi ministeri.
Tutto ciò, mentre gli ospedali calabresi sono al collasso e la già fragile rete territoriale ridotta all’osso.
Da ultimo, in data 11 luglio scorso, a seguito dell’aggiornamento delle tabelle sul fabbisogno del personale, condiviso dai ministeri affiancanti, il Dipartimento Salute della Regione ha predisposto e sottoscritto una nuova proposta di DCA, in data 12 luglio.
Proposta sottoscritta nella stessa giornata dal sub commissario Urbani. E’ nel percorso richiamato che trova origine l’iniziativa straordinaria e urgente del Presidente Oliverio che al riguardo afferma : “Si è già proceduto ad accorpamenti di reparti ed a differimento di prestazioni con un ulteriore carico di lavoro sull’insieme di operatori sanitari aggravando ulteriormente le difficoltà in cui opera il sistema sanitario calabrese. La mia è una azione di supplenza e di responsabilità verso i calabresi”.

13 luglio 2017